Martedì 19 Giugno 2018
Text Size

Consiglio Pastorale

COMUNICAZIONI DEL CONSIGLIO

PASTORALE PARROCCHIALE

del 5 giugno 2012

 

 

In data 5 giugno 2012 si è tenuto il Consiglio Pastorale sui seguenti temi.

 

Introduzione all’Anno della Fede

Il Papa dedicherà il prossimo anno pastorale al tema della FEDE, nel giubileo Conciliare.

Una fede che ha diritto di cittadinanza nella storia degli uomini del nostro tempo, una fede vissuta dentro stili di vita “alternativi”, una fede che “fa la differenza” rispetto alle opinioni delle diverse culture.

Tanti battezzati hanno smarrito identità e appartenenza: non conoscono i contenuti essenziali della fede o pensano di poterla coltivare prescindendo dalla mediazione ecclesiale.

Per questo il C.P., in armonia con le indicazioni del decanato, ritiene che le iniziative del nuovo anno pastorale abbiano come filo conduttore la Fede, stante anche la ricorrenza dell’anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II.

 

VII incontro mondiale delle famiglie – FAMILY 2012

Il C.P. rileva che all’indomani del Family 2012 il dato più immediato è stata l’ offerta della “visibilità” di una chiesa universale, capace pur nelle diverse culture, di far risuonare la stessa lingua dello Spirito.

Sui contenuti “famiglia, lavoro, festa” il richiamo e l’invito a vigilare perche questi spazi vitali non siano “desacralizzati” dall’economia, dalle culture o tendenze di comportamento emergenti, che rendono troppo debole il legame con la fede, dove appunto Dio sembra un estraneo.

Il C.P. rivolge un sentito ringraziamento ai volontari e famiglie che si sono offerti per l’ospitalità ai pellegrini in occasione di questo evento straordinario della chiesa ambrosiana. L’esperienza potrà servire per promuovere in altre occasioni iniziative pastorali nelle nostre case nel segno dell’accoglienza e vicinanza.

 

Catechesi

 

Al di là delle proposte di cammino catechistico articolato con l’utilizzo di oggetti o immagini che rendono più coinvolgenti i temi proposti aiutando i bambini a comprenderne meglio i messaggi evangelici, il C. P., anche al fine di accrescere il legame tra catechista e bambini, ritiene utile continuare a richiedere ai genitori una collaborazione nell’educazione alla fede dei propri figli, principalmente:

- Preghiera in famiglia, il loro esempio permette ai bambini di imparare a vivere questo momento di comunione con Dio. Troppo spesso i bambini fanno presente che non riescono ad essere fedeli alla preghiera poiché dai genitori non viene proposto il momento della preghiera.

- S. Messa, l’impegno a partecipare con i bambini alla S. Messa domenicale permette ai bambini stessi di vivere con più serenità e gioia questo impegno.

La concreta collaborazione tra sacerdoti, catechiste, bambini, genitori aiuta a recuperare i contenuti essenziali della fede ed a coltivarla.